Il Setter Inglese

Il Setter Inglese

Questa antica razza venne affinata e diffusa da sir Edward Laverack nell’800: erede di un ricco industriale si trasferì in campagna ad allevare cani, ma i primi esemplari scelti si dimostrarono poco adatti e prolifici, così Purcell Llewellin, suo amico e collaboratore, li incrociò con setter provenienti da altri allevamenti, ottenendo per il Setter una certa notorietà alle ‘field trials’ (le prove per i cani da lavoro) del 1865. In Italia il Setter Laverack venne inizialmente osteggiato: troppo bello e armonioso per essere un cane da caccia, le cui qualità ai tempi dovevano essere robustezza e resistenza. Il primo esemplare esordì a Milano in una mostra nel 1881 e successivamente, nel 1920, comparve il primo allevamento nazionale.

ASPETTO E CARATTERISTICHE

Di media taglia, puro nelle linee, elegante nell’aspetto e nel movimento, il Setter porta la testa alta con un muso moderatamente profondo e piuttosto quadrato che culmina in un bel tartufo nero o fegato, a seconda del colore del mantello. Le narici sono
ampie, lo stop ben definito e l’occipite è ben marcato. Gli occhi sono brillanti, dolci, espressivi e di forma ovale. Il colore va dal nocciola al marrone scuro. Gli orecchi sono di media lunghezza, attaccati bassi e cadono contro le guance con pieghe ben delineate. L’estremità è vellutata; la parte superiore è fornita di un pelo fine e morbido. Le mascelle sono forti e di una lunghezza quasi uguale, con una perfetta, regolare e completa chiusura a forbice. Il collo è abbastanza lungo e, come il corpo, è muscoloso e asciutto: le sue proporzioni armoniose ne fanno un cane aggraziato ma nello stesso tempo resistente e veloce. La coda, inserita quasi sulla linea del dorso, è di media lunghezza, leggermente incurvata o a scimitarra e in azione si muove come una frusta. Il mantello, leggermente mosso, ma non arricciato, brillante e setoso, è ricco di frange sulla coda, sulle culotte e sugli arti anteriori quasi fino ai piedi. I colori ammessi sono
diversi: bianco e nero (blue belton), bianco e arancio (orange belton), bianco e limone (lemon belton), bianco e fegato (liver belton) o tricolore, cioè blue belton focato, o liver belton focato; la moschettatura (belton) su tutto il corpo è preferita. L’altezza al garrese per i maschi varia da 65 a 68 cm, per le femmine da 61 a 65 cm.

ATTITUDINI

Il Setter deve il suo nome al verbo “to set” – puntare, attività che gli riesce alla perfezione: è molto attivo e ama le lunghe passeggiate nei boschi, dove i suoi sviluppati sensi percepiscono ogni singolo movimento e odore. È anche un impareggiabile cane da compagnia: dolce, affettuoso, estremamente attaccato al suo compagno umano, è dotato di una pazienza infinita anche con i bambini, con i quali ama giocare. Infine, è un cane molto collaborativo, che accetta di buon grado i suoi simili.

Tags:
Nessun Commenti

Scrivi Commento