L’arca di Rita, punto di partenza verso una nuova vita

L’arca di Rita, punto di partenza verso una nuova vita

L’Associazione l’Arca di Rita nasce nel 2008 dalla grande passione di Rita, la presidente, per gli animali.
Forte di una lunga esperienza come volontaria in canile, e ben consapevole della triste situazione dei cani condannati a vivere il resto dei loro giorni in una gabbia, decide di creare un luogo dove gli animali possano stare insieme, mantenendo così il loro istinto naturale della vita in branco.

Nell’Arca di Rita non ci sono gabbie, solo recinti, in cui convivono cani sterilizzati, microchippati, sani dal punto di vista sia fisico che psicologico. E non vuole essere una destinazione definitiva, ma un punto di partenza verso una nuova vita, più felice, insieme a una vera famiglia. Oltre ai volontari fissi, che si occupano della manutenzione e della cura degli spazi per ospitare gli animali, l’Associazione può contare su diversi volontari occasionali, che si offrono di portare i cani in passeggiata e li abituano a stare al guinzaglio. In particolare, l’Associazione combatte la piaga del randagismo e dell’abbandono
degli animali domestici sterilizzando, nutrendo e soccorrendo gli animali in difficoltà presenti sul suo territorio. Si occupa, inoltre, nei limiti delle sue possibilità, di fornire le cure mediche di base, di registrare gli animali tramite microchip e iscrizione all’anagrafe a nome dell’Associazione e di trovare stalli o pensioni private a pagamento per
ospitarli fino all’avvenuta adozione.
Non avendo sovvenzioni di alcun tipo, questa struttura sopravvive grazie all’autofinanziamento, a occasionali donazioni di privati, con le quote associative e le entrate derivanti da attività di beneficenza, tra cui le raccolte cibo, anche nei punti vendita di Arcaplanet di Roma, Aprilia e Pomezia. “Da Arcaplanet ci siamo trovati molto bene: il personale dei negozi è sempre stato molto disponibile e gentile nel concederci lo spazio necessario alle
raccolte alimentari”, racconta Simona, vice presidente dell’associazione. “Grazie a queste iniziative abbiamo
ottenuto un grosso aiuto in più e devo dire che le persone che hanno frequentato i punti vendita nei giorni delle collette hanno dimostrato grande sensibilità e generosità.
Anzi, in alcuni casi il nostro rapporto è proseguito anche al di fuori delle mura del negozio, e diverse persone hanno iniziato ad aiutarci attivamente, diventando volontari a loro volta”.

 

www.arcadirita.org

 

1Commento
  • BOLZAN IVONE
    Pubblicato il 12:39h, 10 maggio Rispondi

    Persone di grande cuore vi auguro che la vostra associazione cresca sempre di più con la speranza che le nuove generazioni crescano con la consapevolezza che i nostri familiari a quattro zampe di qualsiasi genere hanno i nostri stessi diritti sono esseri con sentimenti con un carattere proprio e ben consapevoli delle loro azioni e quelle degli altri …..manca loro solo la parola anche se sanno farsi capire comunque…..sanno amare nel vero senso della parola senza limiti e condizioni cosa che talvolta noi umani non sappiamo fare ….Vi auguro ogni bene Ivone

Scrivi Commento