Pipilla, gettata in discarica come un rottame da buttare

Pipilla, gettata in discarica come un rottame da buttare

Salvata da morte certa grazie all’intervento delle Guardie Zoofile di Lega Nazionale per la Difesa del Cane, si gode ora l’amore di una famiglia fantastica.

 

Un piccolo tremante mucchietto di ossa. Questo hanno scorto Marta e Rosanna, volontarie del nucleo GZV di Lega Nazionale per la Difesa del Cane, durante un sopralluogo nella discarica abusiva di Larderia Inferiore, vicino a Messina. Si sono imbattute per caso in Pipilla, una cagnolina abbandonata di circa tre o quattro anni in condizioni drammatiche, gettata in discarica come un oggetto ormai inutile molto probabilmente perché affetta la Leishmania ed ehrlichiosi.

Malattie, che gli “amorevoli” ex padroni non hanno mai curato, trascurandola fino a renderla un “rottame” da buttare: gli occhi erano afflitti da ulcere e pus, la pelle era lacerata e senza pelo su più parti del corpo.
Sicuramente maltrattata e vittima di violenza, al momento del ritrovamento Pipilla era sofferente, terrorizzata,
affamata e di conseguenza molto aggressiva, tanto da rendere difficile alle guardie zoofile il suo recupero. Ma
Marta e Rosanna non si sono arrese e, con un po’ di fatica, sono riuscite a prenderla dal cumulo di rifiuti in cui
era stata abbandonata senza né cibo né acqua da chissà quanto tempo. Pipilla è stata portata tempestivamente
presso un ambulatorio veterinario di fiducia dove si è provveduto a prestarle i primi soccorsi rifocillandola e
facendo le indispensabili analisi del sangue e dove poi è stata ricoverata per sottoporla alle terapie necessarie.

Grazie all’intervento delle guardie zoofile e alle cure mediche Pipilla, da “fagotto” di pelo e ossa, si è trasformata
in una graziosissima cagnolina che è stata rapidamente adottata da una fantastica famiglia. Ora, anche grazie all’amore da cui è circondata è diventata una meraviglia: i valori ematici sono notevolmente migliorati, la Leishmaniosi è tenuta sotto controllo con le terapie necessarie e ha preso anche un po’ di peso. Per non parlare del carattere: è dolcissima, affettuosa, docile e ubbidiente, assolutamente lontana dall’aggressività mostrata inizialmente, frutto, evidentemente, solo della paura. E ora per lei si apre un radioso futuro.

Nessun Commenti

Scrivi Commento